Auser aderisce alla manifestazione nazionale per la pace del 5 novembre a Roma

Cessare il fuoco immediatamente tra Russia e Ucraina. Convocare una conferenza internazionale di pace sotto l’egida dell’Onu. Mettere al bando tutte le armi nucleari. Questi i  punti principale  della piattaforma che, il prossimo 5 novembre a Roma, riporterà in piazza il movimento per la pace. Sarà una manifestazione nazionale, quella convocata dalla rete Europe For Peace, formata dalle principali reti per la pace in Italia con l’adesione di centinaia di organizzazioni fra cui Auser.
“La minaccia nucleare incombe sul mondo” avverte la piattaforma ed è “responsabilità e dovere degli Stati e dei popoli fermare questa follia. L’umanità e il pianeta non possono accettare che le contese si risolvano con i conflitti armati. La guerra ha conseguenze globali: è la principale causa delle crisi alimentari mondiali, ancor più disastrose in Africa e Oriente, incide sul caro-vita, sulle fasce sociali più povere e deboli, determina scelte nefaste per il clima e la vita del pianeta.  Per interrompere la guerra sottolinea la piattaforma, “l’Italia, l’Unione Europea e gli Stati membri, le Nazioni Unite devono assumersi la responsabilità del negoziato” che fermi “l’escalation” e raggiunga l’immediato cessate il fuoco. È urgente lavorare ad una soluzione politica del conflitto, mettendo in campo tutte le risorse e i mezzi della diplomazia al fine di far prevalere il rispetto del diritto internazionale, portando al tavolo del negoziato i rappresentanti dei governi di Kiev e di Mosca, assieme a tutti gli attori necessari per trovare una pace giusta”. “Chiediamo al Segretario generale delle Nazioni Unite di convocare urgentemente una Conferenza internazionale per la pace, per ristabilire il rispetto del diritto internazionale, per garantire la sicurezza reciproca e impegnare tutti gli Stati ad eliminare le armi nucleari, ridurre la spesa militare in favore di investimenti per combattere le povertà e di finanziamenti per l’economia disarmata, per la transizione ecologica, per il lavoro dignitoso”.
Per info: https://retepacedisarmo.org/europe-for-peace/